CONSEGNA GRATUITA IN TUTTA ITALIA PER ORDINI SUPERIORI A 40 € | SPEDIZIONE EXPRESS IN 24/48H (BASSA ITALIA E ISOLE 2/3 GIORNI LAVORATIVI)
single.php content-single.php

Cannabis e reflusso: rimedio naturale contro l’acidità di stomaco

Cannabis e reflusso, una soluzione naturale contro l’acidità di stomaco.

Il reflusso gastroesofageo o GERD è una malattia molto comune ad ogni età, in particolare, colpisce più del 20% della popolazione adulta. Il reflusso gastroesofageo si verifica quando lo sfintere, il muscolo posizionato alla fine dell’esofago, non funziona in maniera corretta e permette ai liquidi acidi dello stomaco di tornare indietro nell’esofago.

I sintomi più comuni del GERD possono essere vari: bruciore di stomaco, difficoltà a deglutire, disturbi gastrointestinali, dolore al torace ma anche nausea e vomito. Le cause scatenanti di questi sintomi possono avere origine da un’alimentazione scorretta, un eccessivo peso, una smodata assunzione di tabacco o una reazione a forte ansia e stress.

I benefici della cannabis contro il reflusso

I comuni trattamenti del reflusso si basano su combinazioni di farmaci da assumere prima o dopo i pasti che tuttavia hanno riscontrato nel lungo termine diversi rischi che ledono la salute dell’organismo. Per questo motivo, si sono svolti diversi studi su questo tema e si è scoperto come la cannabis sia una soluzione naturale e priva di rischi.

Il Sistema Endocannabinoide interagisce con tutte le parti del nostro organismo grazie ai recettori CB1 e CB2. In particolare, nella zona gastrointestinale, vi è una forte presenza del recettore CB1, responsabile della regolazione delle secrezioni acide dello stomaco. Alcuni studi hanno mostrato come i sintomi intestinali cronici siano causati da un malfunzionamento del Sistema Endocannabinoide che non permetterebbe una corretta risposta agli stimoli infiammatori.

Assumendo cannabis, i recettori del Sistema Endocannabinoide si attivano, in questo caso il CB1, mandando uno stimolo allo stomaco di diminuire la produzione di acido. Grazie ad esso si permetterebbe di ridurre i danni infiammatori al rivestimento dello stomaco e si impedirebbe allo sfintere di rilassarsi riducendo la possibilità e la quantità di liquidi acidi all’interno dell’esofago. Bisogna precisare, tuttavia, che la cannabis permette di avere un effetto benefico soprattutto quando si presenta un’alterazione delle quantità di liquidi acidi all’interno dello stomaco.

Inoltre, alcuni dei sintomi del reflusso sono nausea e vomito; il CBD, cannabinoide contenuto nella cannabis, ha una forte capacità benefica per il trattamento di nausea e vomito. Allevia anche il dolore causato dalla sforzi addominali grazie al suo effetto antidolorifico. Oltre ad essi, la cannabis aiuta a stimolare l’appetito o i processi digestivi; molto utilizzata nelle terapie di patologie gravi come il cancro dove questi processi sono compromessi.

Il Limonene, un terpene contro l’acidità da reflusso

Oltre alle proprietà benefiche della cannabis si è riscontrato come anche l’azione dei terpeni riesca ad influire sulla cura del reflusso; uno di questi è proprio il Limonene.

Il Limonene è uno dei terpeni più comuni in natura ed è l’essenza della maggior parte degli agrumi. Questo terpene si è scoperto possedere una straordinaria capacità protettiva delle mucose dello stomaco nonché un valido alleato contro il reflusso.

Uno studio ha dimostrato come l’assunzione di cannabis contenente Limonene aumenti la produzione di muco, in grado di neutralizzare gli alti livelli di succo gastrico presenti nello stomaco, proteggendolo anche dall’insorgenza di ulcere. Permette di creare uno strato protettivo della mucosa, favorire un normale processo digestivo e riequilibrare un corretto ambiente gastroesofageo.

Le informazioni sanitarie pubblicate su questa pagina sono esclusivamente a titolo informativo e formativo generale, e non sostituiscono la consulenza medica professionale. Pertanto, prima di intraprendere qualsiasi azione sulla base di queste informazioni, vi invitiamo a consultare un medico o un altro operatore sanitario. Non forniamo alcun consiglio di salute.