single.php content-single.php

Come utilizzare il vaporizzatore di CBD: quanti puff al giorno?

Allo stato attuale non ci sono ancora dati scientifici univoci che indichino le dosi adatte per assumere questa sostanza, valide universalmente. Tuttavia, se sei abituato a usare il vaporizzatore e ti stai chiedendo come utilizzare il vaporizzatore di CBD, sappi che esistono delle indicazioni di massima ricavate da linee guida internazionali, alcuni studi clinici e testimonianze empiriche di coloro che ne fanno uso.

Utilizzare il vaporizzare il CBD: come regolarsi

Vuoi vaporizzare il CBD ma non sai come calcolare le quantità di cannabidiolo da utilizzare? Come anticipato, non esistono dosaggi precisi validi per chiunque. Gli esperti, però, suggeriscono che la concentrazione di cannabidiolo per il vaporizzatore debba tenere conto di alcuni importanti fattori, quali il peso dell’individuo, la chimica corporea, il disturbo fisico o psichico che eventualmente vuole trattare e la sua intensità, la concentrazione di CBD nel prodotto che stai utilizzando. In generale, secondo le linee guida della Food & Drug Administration più elevato è il peso di una persona, più CBD dovrebbe assumere. Lo stesso vale per l’intensità del disturbo fisico o psichico che si vuole andare a trattare con il CBD.

Per esempio per un utilizzo non rivolto a curare patologie specifiche ma semplicemente per regolarizzare il proprio ritmo di vita le dosi, per una persona dal peso leggero/moderato, fino ai 50-60 chili, comincia con 5-12 mg di CBD al giorno, per poi proseguire aumentando o diminuendo le razioni. Per un peso consistente, tra i 70 e i 100 kg, le dosi consigliate sono comprese tra i 25 mg e i 40 mg di CBD, sempre rispetto anche alla condizione di salute. Invece, nel caso in cui si intende trattare una patologia con il CBD le dosi possono anche raddoppiare rispetto alle precedenti, ma in questi casi è opportuno chiedere un parere al proprio medico curante.

A cosa serve il vaporizzatore

Uno studio pilota del 2007 del ricercatore Abrams ha evidenziato a cosa serve il vaporizzatore di CBD e quali benefici esso dia, concludendo che si tratta di un dispositivo che produce lo stesso effetto biologico del fumo di cannabis, ma senza che siano emessi monossido di carbonio e altre tossine nocive. Un’altra ricerca pubblicata sul Journal of Pharmacology and Experimental Therapeutics ha mostrato che il CBD protegge i polmoni: il cannabidiolo, se assunto per via orale, dunque se vaporizzato, o inalato da chi soffre d’asma, ha come effetto quello di aprire i bronchioli e dilatare il passaggio respiratorio facilitando la respirazione.

Vaporizzare cannabidiolo: ricariche CBD 10% e 50%

Gelato e Amnesia Lemon sono le innovative e stuzzicanti ricariche per vaporizzatori con olio di CBD al 10%, disponibili sia con la batteria Palm che con il vaporizzatore a penna M3. Le ricariche contengono 10% di olio al CBD composto da 100 mg di cristalli isolati, disciolti in C8 MCT Oil, vitamine e terpeni naturali. Per questo tipo di prodotto sono consigliati 50/60 puff al giorno. Sono suggeriti, invece, 10/15 puff giornalieri per le ricariche che contengono 50% di olio al CBD composto da 500 mg di cristalli isolati, disciolti in C8 MCT Oil, vitamine e terpeni naturali, acquistabile in quattro sapori delle più famose genetiche americane (Gorilla Glue, Soul Diesel, San Fernando Valley OG, Tangie).

WooCommerce - loop-start.php WooCommerce - loop-end.php